Il progetto prevede la sostituzione dell’esistente involucro con un nuovo elemento di copertura, una struttura snella, dall’aspetto leggero e minimale che, lungi dal voler essere uno dei protagonisti della nuova piazza, tende a dare importanza e risalto a ciò che al suo interno è contenuto.
La struttura portante scelta è del tipo pilastro-trave, il passo è stato mantenuto identico a quello attuale così da poter riutilizzare i plinti esistenti facilitandone la realizzazione, abbassandone i costi ed eliminando l’eventualità di dover effettuare nuovi scavi in un’area densa di reperti archeologici. Rispetto ad oggi è stata immaginata una differente fruizione interna, con percorsi sospesi trasparenti che permettono di muoversi tra i resti in maniera più completa.
Infine, grande attenzione è stata posta all’illuminazione, valutando i diversi effetti della luce (nella sue declinazioni naturale ed artificiale) sui resti archeologici così da valorizzarne in ogni momento della giornata la loro presenza e consistenza.


Cliente
Municipalità Peschiera del Garda

Scopo del lavoro
Concorso Internazionale

Team di progetto
RECS Architects – Pier Maria Giordani, Samuele Camolese, Antonella Marzi, Stefano Recalcati

Luogo
Peschiera del Garda, Italia

Anno
2011